Tutti ridevano quando leggevano che un minorenne aveva guadagnato milioni di dollari con un app, ma si sono dovuti subito ricredere

Molti, a vederlo, non gli avrebbero dato un soldo bucato, ma Nick D’Aloisio da 17enne ha messo su un’app da 30 milioni di dollari.

Si chiama Summly, l’app che ti consente di avere un’anteprima della news linkate nei social e che Yahoo! ha acquistato a un prezzo da record.

Nick è stato da sempre fortemente attratto dalla tecnologia, nato in Australia ma residente a Londra, ha iniziato a programmare in tenera età.

Già nel 2008 la prima app (FingerMill) che fece guadagnare a D’Aloisio 79 sterline solo il primo giorno.

Poi Trimit, una versione ancora embrionale di Summly. Dopo poco averla messa online, aveva già ricevuto una mail da Li Ka Shing, che aveva ignorato perché pensava fosse uno scherzo. Li è la ventesima persona più ricca del mondo con un patrimonio stimato da Forbes in 31,4 miliardi di dollari statunitensi.

Nei giorni successivi continuavano ad arrivare le mail e Nick comincio a prendere la cosa più sul serio.
I commenti erano positivi e alla gente cominciava a piacere e ad apprezzare.

Ma facciamo un passo indietro:

Come era venuta l’idea a Nick di Summly?

Fai il Login per sbloccare il contenuto o registrati gratuitamente!

L'articolo per intero è riservato solo ai leader ed agli imprenditori coraggiosi